<Torna alla Home Coppia>
***Consultorio Giovani, via XIV Settembre, Perugia - Orari: martedì dalle 15.00 alle 18.00*** - Nella sezione CONTATTACI trovi indirizzi e numeri di telefono anche degli altri consultori -
 
Cos'è il coinvolgimento?
Immaginiamo una linea continua che va dal Totale Coinvolgimento alla Totale Esclusione, dove vi collocate voi?
Siete quelli del “sempre assieme e comunque”, o “a ciascuno il suo”?
 
Il Coinvolgimento Totale, è un’arma a doppio taglio: da un lato la condivisione totale è un collante, permette una facile fusione; dall’altro lato il sentirsi tutt’uno con l’altro significa anche annullare le proprie diversità.
Le coppie che si abbandonano ad uno “stare insieme sempre e comunque” a lungo andare possono soffrire di asfissia e di mancanza di indipendenza ed individualità.
E' probabile che i due si reprimano gli spazi a vicenda e talvolta il tutto è colorato o causato da una forte gelosia e/o possessività.
Non è detto che il nostro partner debba essere onnipresente nella nostra vita.
Permettere all’altro di condividere le giuste esperienze con noi può fortificare il rapporto di coppia e può mettere in luce alcuni aspetti dell’altro che potevano essere ignorati.

Le coppie invece, che si trovano all’estremo opposto, nella Totale esclusione, vivono una totale indipendenza che a lungo andare genererà due estranei.
Condividendo poco e niente col tuo partner rischi di non conoscerlo a fondo.
L’abitudine ad escludere l’altro dalle proprie amicizie, dai propri interessi, o dal proprio mondo è prassi consolidata.
Pensiamo erroneamente che coinvolgere l’altro in tutte le nostre esperienze di vita può esporci troppo, rendendoci vulnerabili; o semplicemente desideriamo che l’altro ne “stia fuori” perché vogliamo che qualcosa sia solamente nostro.
Il timore di essere scoperti nella propria intimità o nella propria fragilità, è forte; così come è forte la reticenza di farsi osservare in mondi in cui ci sentiamo a nostro agio e in cui non per forza dobbiamo “apparire”.

La soluzione, come è facile da intuire, sta nel mezzo: bisogna preservare la propria individualità per mantenere la propria identità e non dirsi completamente dipendente dall’altro; ma in ugual modo bisogna fare un passo verso l’altro perché non ci sfuggano i suoi bisogni e le sue peculiarità.
 
Indice degli argomenti
Quanto vi conoscete
Crescere e cambiare insieme
  >L'armonia di coppia
  >Cos'è il coinvolgimento
  >La gelosia
Un piacere per due
>Pene e vagina
>Masturbazione
>Sesso
>Contraccezione
>M.S.T.
>"Psicologia"